I pazienti con psoriasi e una diagnosi concomitante di gotta hanno un aumento del rischio di malattie cardiovascolari (CVD), indipendentemente dai fattori di rischio tradizionali, secondo i risultati dello studio pubblicato su “Frontiers in Immunology” da Zhiyong Chen della Shanghai Jiao Tong University e colleghi.
Si tratta di uno studio di coorte basato sulla popolazione, in cui sono stati analizzati i dati contenuti in un database di assicurazione nazionale a Taiwan, stratificati per la presenza di psoriasi e gotta in diversi gruppi: soggetti con psoriasi e gotta (N=97), con sola psoriasi (N=388), con sola gotta (N=388) e controlli sani (N=388).

Dall’analisi dei dati sono emersi diversi valori di rischio relativo per lo sviluppo di CVD rispetto ai controlli sani: 2,44 per i pazienti con la sola gotta e 2,90 per i pazienti con psoriasi associata a gotta. Rispetto a una diagnosi di psoriasi da sola, una diagnosi combinata di psoriasi e gotta è stata associata a un aumento del 239% del rischio relativo di CVD. Inoltre, è risultata aumentata in modo  significativo l’incidenza cumulativa di CVD nei pazienti con psoriasi e gotta combinate rispetto alla sola psoriasi e (p <0,001).

Dopo aggiustamento per i fattori di rischio tradizionali, il rischio di CVD è risultato aumentato nei pazienti con la sola gotta (HR: 2,16) e nei pazienti con psoriasi e gotta combinate (HR: 2,72). I ricercatori hanno concluso:

Nella cura dei pazienti con psoriasi, i medici dovrebbero considerare la gestione della gotta/iperuricemia oltre al controllo dei tradizionali fattori di rischio cardiovascolare”,

Back To Top