Ottenuti risultati migliori rispetto alle iniezioni di glucorticoidi

Tra i pazienti affetti da osteoartrosi del ginocchio, quelli che si sottopongono a terapia fisica hanno meno dolore e disabilità funzionale rispetto a quelli che ricevono un’iniezione intraarticolare di glucocorticoidi dopo un anno di trattamento. È quanto è emerso da un nuovo studio pubblicato sul “New England Journal of Medicine” da Gail D. Deyle, del Brooke Army Medical Center di San Antonio, in California, e colleghi. I ricercatori hanno confrontato la terapia fisica con l’iniezione di glucocorticoidi coinvolgendo un totale di 156 pazienti con osteoartrosi, a una o a entrambe le ginocchia, randomizzati a ricevere un’iniezione di glucocorticoidi o una terapia fisica in un rapporto di 1:1.

Dall’analisi statistica del dati, gli autori hanno riscontrato che i punteggi medi al basale sul Western Ontario and McMaster Universities Osteoarthritis Index erano di 108,8 e 107,1 nei gruppi di iniezione di glucocorticoidi e di terapia fisica, rispettivamente. I punteggi medi a un anno sono stati rispettivamente di 55,8 e 37,0, con una differenza media tra i gruppi di 18,8 punti a favore della terapia fisica. I cambiamenti nei risultati secondari sono stati nella stessa direzione.

“I risultati non escludono un ruolo per l’iniezione articolare per il trattamento di un riacutizzarsi del dolore acuto, come ribadito anche nelle raccomandazioni delle linee guida”, sottolineano gli autori di un editoriale pubblicato sullo stesso numero della rivista. “Tuttavia, l’implicazione potrebbe essere che le iniezioni non dovrebbero essere usate in prima linea, né dovrebbero essere usate al posto di un programma di terapia fisica che include l’esercizio fisico per gestire i sintomi dell’osteoartrite del ginocchio”.

Back To Top