Nei pazienti con artrite reumatoide (RA), artrite psoriasica (PsA) e spondilite anchilosante (AS) con attività di malattia minima sostenuta (MDA), la riduzione della dose dell’inibitore di (TNF) etanercept può essere fatta senza una significativa perdita di efficacia. Lo rivela un nuovo studio pubblicato sullo “Scandinavian Journal of Rheumatology” da Jill Ruwaard, dell’Amsterdam Rheumatology and Immunology Center, nei Paesi Bassi, e colleghi.
Si tratta di un trial randomizzato e controllato di 18 mesi, in aperto, condotto su pazienti con RA, PsA o AS che avevano ricevuto il trattamento con la dose standard di etanercept (50 mg per via sottocutanea una volta alla settimana o 25 mg due volte alla settimana) per almeno 6 mesi prima dell’arruolamento.
Nella prima fase dello studio, nel braccio di intervento la dose di etanercept è stata diminuita del 50% raddoppiando l’intervallo di dosaggio al basale e interrompendo etanercept 6 mesi dopo, mentre nel braccio di controllo la somministrazione è stata continuata alla dose standard per 6 mesi e l’intervallo di dosaggio è stato raddoppiato in seguito.
Nella seconda fase dello studio, i partecipanti al gruppo di intervento potevano interrompere il trattamento con etanercept se continuavano a ricevere la dose ridotta e soddisfacevano i criteri per la MDA. L’outcome primario era la percentuale di pazienti riuscivano a mantenere la MDA al follow-up di 6 mesi. Sono stati coinvolti complessivamente 160 partecipanti (79 con RA, 41 con PsA e 40 con AS) con MDA sostenuta.
Nel complesso, il 63% degli individui nel gruppo di intervento e il 74% di quelli nel gruppo di controllo hanno mantenuto la MDA (rapporto di rischio relativo, 0,83; p =0,15).
Dopo aver suddiviso il gruppo di intervento in sottogruppi, i ricercatori hanno trovato che il 60% dei partecipanti con RA, il 57% di quelli con PsA, e il 55% di quelli con AS ha continuato ad essere in MDA dopo 6 mesi di prolungamento dell’intervallo di somministrazione. Nel gruppo di controllo, il 76%, 70% e 65% dei partecipanti con RA, PsA e AS, rispettivamente, ha continuato a essere in MDA dopo 6 mesi.
I livelli mediani di etanercept sono diminuiti da 1,50 µg/mL (IQR, 1,06-2,65 µg/mL) a 0,46 µg/mL (IQR, 0,28-0,92 µg/mL). Nel complesso, il 40% dei partecipanti ha interrotto con successo etanercept e ha mantenuto la MDA per almeno 6 mesi.

Back To Top