Nei soggetti con osteoartrosi del ginocchio, che non sono eleggibili alla chirurgia sostitutiva, l’aggiunta di allenamento della forza all’esercizio neuromuscolare e all’educazione diminuisce la sensibilizzazione e l’intensità del dolore rispetto all’esercizio neuromuscolare e all’educazione da soli, secondo i risultati dello studio pubblicato sullo “European Journal of Pain” da Paetur Holm dei Næstved-Slagelse-Ringsted Hospitals, in Danimarca, e colleghi.

Si tratta di un’analisi secondaria randomizzata dello studio controllato randomizzato a gruppi paralleli, in cieco, denominato EXTRA, condotto in Danimarca. Individui con osteoartrosi del ginocchio radiografica e sintomatica che non erano idonei all’intervento di protesi del ginocchio sono stati randomizzati per 12 settimane all’allenamento della forza due volte a settimana più esercizio neuromuscolare ed educazione (ST+NEMEX-EDU) o solo esercizio neuromuscolare ed educazione (NEMEX-EDU).

I risultati dello studio includevano la soglia del dolore da pressione (PPT) bilaterale, inferiore della gamba, la soglia di tolleranza al dolore (PTT), il numero di siti corporei dolorosi e l’intensità del dolore al ginocchio auto-riferito.

Un totale di 90 individui con OA al ginocchio sono stati inclusi nell’analisi. Sono state osservate differenze significative dopo 12 settimane di esercizio negli aumenti di PPT (-5.01 kPa) e PTT (-8.02 kPa) nella gamba con ginocchio OA, favorendo ST + NEMEX-EDU. Non sono state osservate differenze statisticamente significative negli effetti tra il gruppo ST+NEMEX-EDU e il gruppo NEMEX-EDU su TS, CPM o numero di siti corporei dolorosi.

Gli investigatori hanno riportato una differenza statisticamente significativa tra i gruppi nel dolore al ginocchio su scala analogica visiva (VAS) alla settimana 12, con una maggiore riduzione del dolore nel gruppo NEMEX-EDU (differenza media aggiustata: -8,4 mm; p =0,0364). Inoltre, è stata osservata una differenza significativa tra i gruppi anche nel dolore VAS dopo 30 minuti di cammino alla dodicesima settimana, con una maggiore riduzione del dolore nel gruppo NEMEX-EDU (differenza media aggiustata, -16,0 mm; p =0,0004). Nessuna differenza statisticamente significativa tra i gruppi è stata osservata nell’intensità del dolore al ginocchio durante le 24 ore precedenti o nel numero di siti corporei dolorosi a 6 o 12 settimane.

Back To Top