Tra le persone che hanno dolore al collo associato alla emicrania, la presenza di dolore al collo non è necessariamente indicativo di disfunzione muscolo-scheletrica cervicale, secondo i risultati dello studio pubblicato su “Headache”, firmato da Zhiqi Liang, dell’Università del Queensland, in Australia.
Gli studi precedenti hanno trascurato la disparità nelle possibili origini del dolore cervicale e hanno trattato le persone con emicrania come un gruppo omogeneo, il che non aiuta a identificare l’origine del dolore cervicale negli individui con emicrania.

Per affrontare questa lacuna di conoscenze, gli autori hanno coinvolto 177 soggetti, 124 pazienti con emicrania, 21 pazienti con dolore idiopatico al collo e 32 pazienti sani di controllo. Tra i pazienti con emicrania l’89% ha riferito di avere dolore al collo.
Rispetto ai pazienti con emicrania episodica, quelli con emicrania cronica avevano una maggiore disabilità del collo (p =0,025) e intensità del dolore al collo (p =0,049). Rispetto al dolore al collo idiopatico, i pazienti con emicrania cronica avevano ancora una disabilità del collo significativamente maggiore e l’intensità del dolore al collo (p =0,005 e p =0,049, rispettivamente).
È stata eseguita un’analisi a cluster per identificare il modo in cui i partecipanti si sono raggruppati sulla base delle loro prestazioni nelle valutazioni muscoloscheletriche cervicali. Le analisi post hoc hanno esaminato gli effetti dell’ipersensibilità al dolore sulla funzione muscoloscheletrica e se i sintomi sperimentati durante i test fossero legati alla funzione muscoloscheletrica.

Sono stati trovati due cluster distinti di funzioni muscoloscheletriche cervicali: funzione del collo simile ai controlli sani (n = 108) e disfunzione del collo simile alle persone con disturbi di dolore al collo (n = 69). Settantasei degli individui con emicrania (62 con dolore al collo e 14 senza dolore al collo) sono stati raggruppati come aventi una normale funzione muscoloscheletrica cervicale, mentre i restanti 48 con dolore al collo avevano una disfunzione cervicale paragonabile a un disturbo del collo. La disfunzione muscoloscheletrica non era correlata all’ipersensibilità al dolore o ai sintomi sperimentati durante il test.

 

 

Back To Top