Non sono emerse differenze significative in cinque trial di fase III Nei pazienti con artrite reumatoide (AR), non vi è alcuna differenza significativa nel tasso di infezioni gravi tra quelli che ricevono upadacitinib 15 mg o adalimumab, secondo i risultati di uno studio presentati al congresso dell’American College of Rheumatology Association of Rheumatology Professionals (ACR/ARP) svoltosi recentemente ad Atlanta, in Georgia (USA). I risultati indicano

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Accesso per utenti iscritti
   
Back To Top