Dal 7 al 13 giugno gli osteopati del ROI (Registro degli Osteopati d’Italia) offrono una prima visita gratuita ai pazienti cronici in 685 studi di tutta Italia. L’iniziativa fa parte del progetto CronOs, Cronicità e Osteopatia che ha l’obiettivo di informare i cittadini sul supporto che l’osteopatia può offrire ai pazienti che presentano una o più patologie croniche e di dare impulso alla ricerca scientifica in questo specifico campo.

Per prenotare la propria visita gratuita è sufficiente scegliere l’osteopata aderente al progetto più vicino. L’elenco completo si trova sul sito www.progettocronos.it nella sezione “Come partecipare”, dove è disponibile una mappa interattiva. Una volta effettuata la scelta, i pazienti potranno contattare direttamente l’osteopata, chiamando il numero che gli sarà inviato via mail una volta compilato il modulo con i propri dati.

Paola Sciomachen, Presidente del ROI, ha dichiarato:

Sono oltre 24 milioni gli italiani che attualmente convivono con malattie croniche e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stimato che oltre l’80% della spesa pubblica per la salute è indirizzato alle cure e alla gestione del paziente cronico,  Inoltre, entro il 2050 si stima che in Europa la speranza di vita aumenterà fino a quasi 81 anni. L’incidenza della cronicità è strettamente connessa all’allungamento della vita media e pertanto è destinata a crescere. In questo scenario l’osteopatia vuole sottolineare di poter essere una risposta terapeutica, perfettamente inserita nel Sistema Sanitario Nazionale. Nel Piano Nazionale della Cronicità, il Ministero della Salute sottolinea che nel trattamento di pluripatologie è importante la collaborazione tra diversi professionisti sanitari e la gestione del paziente nella sua interezza. Con il progetto CronOs il ROI vuole fornire una prima risposta concreta”.

Back To Top