Brodalumab, il nuovo inibitore dell’interleuchina (IL)-17A, può essere una valida opzione di trattamento per i pazienti con spondiloartrite assiale (axSpA), secondo i risultati di uno studio pubblicato sugli “Annals of the Rheumatic Diseases” da James Cheng-Chung Wei, dello Juntendo University Koshigaya Hospital a Saitama, in Giappone e colleghi. Si tratta di uno studio di fase III della durata di 16 settimane, multicentrico, randomizzato, in doppio

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Utenti collegati esistenti
   
Back To Top