In uno studio presentato nel corso del recente congresso dell’European Alliance of Associations for Rheumatology (EULAR), nei pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES) da moderato a grave, anifrolumab è risultato associato a miglioramenti in termini di eruzioni cutanee e artrite, rispetto al placebo, valutate con tre diverse misure. Si tratta di un’analisi post-hoc dei dati aggregati dal programma di fase 3 denominato Treatment of Uncontrolled

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Utenti collegati esistenti
   
Back To Top