skip to Main Content

La misurazione dei loro livelli è un valido supporto alla diagnosi clinica

È stato dimostrato in passato che i soggetti con spondiloartrite assiale (axSpA) hanno livelli più elevati di anticorpi anti-CD74 rispetto alle persone non affette. Secondo i risultati di uno studio pubblicato su “Rheumatology”, tali livelli possono rappresentare un utile strumento per supportare la diagnosi clinica della malattia.

Helal Hetta, del Cincinnati Medical Center, negli Stati Uniti, hanno arruolato 50 pazienti con axSpA (di cui 25 donne), 15 con artrite reumatoide e 15 soggetti di controllo sani, in cui hanno condotto test di laboratorio e misurato il punteggio di attività della malattia e i livelli di anticorpi anti-CD74.

L’analisi dei dati raccolti mostra che i livelli di anticorpi anti-CD74 erano significativamente più alti nei pazienti con axSpA rispetto a quelli con artrite reumatoide e ai controlli sani. Non sono emerse differenze significative tra pazienti con malattia precoce e e quelli con malattia tardiva (P =0,629). Un totale dell’83% dei pazienti con malattia attiva contro il 33,3% con malattia non attiva è risultato positivo agli anticorpi anti-CD74 (P =0,037). La maggior parte dei pazienti con manifestazioni articolari ed extra-articolari di axSpA sono risultati positivi agli anticorpi. Non sono state rilevate correlazioni dei livelli di anticorpi anti-CD74 con l’età o il sesso.

La sensibilità degli anticorpi anti-CD74 nel gruppo axSpA era dell’80% rispetto a entrambi i gruppi di controllo, con l’80% e l’87% di specificità rispetto alla gruppo artrite reumatoide e al gruppo di controlli sani, rispettivamente (P <,001). Nel gruppo axSpA, i livelli di anticorpi nei pazienti con attività patologica positiva sono risultati molto più elevati rispetto a quelli con attività patologica negativa.

Secondo le conclusioni degli autori, nonostante la limitazione dovuta al basso numero di soggetti coinvolti, lo studio suggerisce che il livello di anticorpi anti-CD74 potrebbe essere un valido ausilio per la diagnosi di axSpA.

Back To Top