Artrite reumatoide e fragilità, i rischi del trattamento con farmaci biologi

Secondo i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista “Arthritis Care & Research” da Namrata Singh, dell’Università di Washington a Seattle, negli Stati Uniti, e colleghi, la fragilità è un fattore predittivo significativo di esiti avversi, in particolare di infezioni gravi, nei pazienti con artrite reumatoide (AR) sottoposti a trattamento biologico. Utilizzando i dati di MarketScan, gli autori hanno identificato nuovi utilizzatori di inibitori del

(continua)

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, vi preghiamo di inserire nome utente e password.

Accesso per utenti iscritti