I pazienti di età pari o superiore a 65 anni con artrite reumatoide (RA) hanno più probabilità di quelli con spondilite anchilosante (SA) o artrite psoriasica (PsA) di avere fragilità e hanno più probabilità di avere fragilità di quelli di età inferiore ai 65 anni. Il confronto tra le tre condizioni è stato fatto da Sarah Lieber e colleghi, dell’Hospital for Special Surgery di New York, negli Stati Uniti, che firmano un articolo apparso sulla rivista “ACR Open Rheumatology”.
Si tratta di uno studio trasversale che ha incluso 59.087 individui di età inferiore ai 65 anni (SA, N =2490; PsA, N =6950; RA, N =49.647) e 238.090 individui di età pari o superiore ai 65 anni (SA, n= 2750; PsA, n= 17.779; RA, n= 217.561). Per valutare la fragilità è stato utilizzato un indice di fragilità (CFI) validato.

La fragilità era comune tra i pazienti con RA, PsA ed SA; tuttavia, tra i pazienti di età pari o superiore ai 65 anni, la prevalenza di fragilità era significativamente più alta in quelli con RA (65,9%) rispetto a quelli con SA (45,2%) e PsA (46,7%; p <0,05). Allo stesso modo, tra i pazienti di età inferiore ai 65 anni, la presenza di fragilità era più alta tra quelli con RA (11,7%) rispetto a quelli con SA (4,4%) e PsA (7,0%; p <0,05).
I ricercatori hanno notato un’associazione significativa tra ansia e fragilità rispetto alla non fragilità tra i partecipanti di tutte le età, ma in particolare tra quelli di età inferiore ai 65 anni (39,5% vs. 19,8% tra quelli con SA; 41,5% vs. 27,5% tra quelli con PsA, e 37,4% vs. 22,1% tra quelli con RA (p <0,05 per tutti).

Back To Top