Un più alto indice di massa corporea (BMI) sembra essere associato a un aumento del rischio di sviluppare la psoriasi. È quanto emerge da uno studio pubblicato online sul Journal of the American Academy of Dermatology da Alexandra Norden, della Donald and Barbara Zucker School of Medicine di New York, negli Stati Uniti.

Gli autori hanno condotto un’analisi di coorte retrospettiva di più di 1,5 milioni di pazienti negli Stati Uniti tra il 1 gennaio 2008 e il 9 settembre 2019, confrontando l’incidenza della psoriasi nei diversi gruppi di pazienti stratificati per categoria di BMI. Dai dati è emerso che tra i pazienti normo- o sottopeso, sovrappeso, obesi di classe 1 e obesi di classe 2/3, l’incidenza della psoriasi per 10.000 anni-persona era 9,5, 11,9, 14,2 e 17,4, rispettivamente. Inoltre, si è osservato un rischio significativamente aumentato di sviluppare la psoriasi nei soggetti in sovrappeso, obesi di classe 1 e obesi di classe 2/3 rispetto a quelli con BMI <25,0 kg/m² (hazard ratio aggiustati di 1,19, 1,34 e 1,83, rispettivamente). Gli autori scrivono:

I risultati di questa analisi suggeriscono una consulenza dietologica per i pazienti a rischio di psoriasi, come quelli con storia familiare. Queste osservazioni possono anche sostenere la ricerca meccanicistica della relazione tra obesità e psoriasi, così come la valutazione del ruolo della perdita di peso nella gestione della psoriasi”.

Back To Top