La correlazione risulta indipendente dalla densità minerale ossea

Nei soggetti adulti con malattie psoriasiche, la probabilità di sviluppare fratture ossee risulta aumentata, anche senza un incremento del rischio di osteoporosi. Lo rivela un nuovo articolo apparso online sul “Journal of Clinical Medicine” a firma di Tai-Li Chen, dell’ospedale Hualien Tzu Chi di Taiwan e colleghi.

Gli autori hanno condotto una revisione sistematica e meta-analisi di 15 studi osservativi pubblicati sull’argomento. Dall’analisi statistica non è emersa alcuna differenza significativa tra i pazienti con malattia psoriasica e i controlli senza malattia, in termini di differenza media standardizzata nel valore assoluto della densità minerale ossea della colonna vertebrale lombare, del collo del femore o totale dell’anca. Nessun aumento del rischio di osteoporosi è stato riscontrato in base al calcolo degli odds ratio aggiustati nei dati aggregati sui pazienti con malattia psoriasica. Ma il dato rilevante è che questi stessi pazienti mostravano un rischio maggiore di sviluppare fratture ossee, con odds ratio aggiustato di 1,09.

Nelle conclusioni, gli autori sottolineano come questo rischio più elevato di frattura può non essere necessariamente associato a una minore densità minerale ossea o a un maggiore rischio di osteoporosi. Sulla base di queste scoperte, suggeriscono inoltre che le misure preventive per le fratture possono essere utili nella pratica clinica corrente per tali pazienti.

Back To Top