Pubblicati i dati di uno studio di popolazione caso-controllo

La gotta è leggermente più comune nella popolazione di pazienti con spondilite anchilosante rispetto alla popolazione generale. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista “Rheumatology International” da Tal Gonen e colleghi dell’Università di Tel Aviv (ISR).

La gotta e la spondilite anchilosante sono entrambe artropatie infiammatorie, ma studi condotti in passato hanno mostrato che la loro concomitanza in un singolo soggetto è relativamente rara. L’obiettivo di questo studio era approfondire la questione di una possibile correlazione tra le due condizioni. Gli autori hanno perciò disegnato e condotto uno studio di popolazione caso-controllo su più di 3700 pazienti con spondilite anchilosante e più di 19.000 soggetti sani che fungevano da controlli, di età compresa tra 20 e 80 anni (età media 52,7 anni). Hanno poi analizzato diverse variabili tra cui  la diagnosi di gotta, l’indice di massa corporea e la storia di tabagismo.

I dati raccolti hanno rivelato che la gotta aveva una prevalenza nel gruppo di pazienti con spondilite maggiore che nel gruppo di controllo: 1,94% vs. 0,56%, rispettivamente (odds ratio [OR] pari a 3,53). La correlazione è apparsa ancora più stringente in alcuni sottogruppi: pazienti di sesso maschile (OR: 3,70) e pazienti con età compresa tra 40 e 60 anni (OR: 5,13). Inoltre, rispetto ai controlli sani, i pazienti con spondilite anchilosante avevano una maggiore probabilità di essere fumatori (OR: 4,09) ipertesi (OR: 3,19) e iperlipidemici (OR: 4,16). Infine, la gotta aveva una maggiore prevalenza in pazienti con BMI inferiore a 25 (OR: 2,64) rispetto a quelli con BMI più elevato. L’analisi di regressione logistica ha dimostrato che la spondilite anchilosante era un fattore indipendente associato alla gotta (OR: 1,41).

Back To Top